Notizie e comunicati

Massimo Youth Orchestra una selezione finalizzata al completamento dell’organico della Massimo Kids Orchestra e della Massimo Youth Orchestra per l’anno 2020.

febbraio 12, 2020

 

La Fondazione Teatro Massimo di Palermo indice nei giorni 22, 23, 28, 29 febbraio e 1 marzo 2020 una selezione volta all’accertamento dell’idoneità artistica finalizzata al completamento dell’organico della Massimo Kids Orchestra e della Massimo Youth Orchestra per l’anno 2020.

La Fondazione Teatro Massimo di Palermo indice nei giorni 22, 23, 28, 29 febbraio e 1 marzo 2020 una selezione volta all’accertamento dell’idoneità artistica finalizzata al completamento dell’organico della Massimo Kids Orchestra e della Massimo Youth Orchestra per l’anno 2020.

La Massimo Kids Orchestra, attiva dal 2017, accoglie bambini e ragazzi di età compresa tra i 7 e i 17 anni. La Massimo Youth Orchestra, che si costituirà quest’anno, è rivolta ai giovani tra i 16 e i 23 anni e si configura come ideale proseguimento delle attività della Massimo Kids Orchestra.
La partecipazione alle selezioni è riservata ai seguenti strumenti per la Massimo Kids Orchestra: violino – viola – violoncello – contrabbasso – flauto – oboe – clarinetto – fagotto – sax – corno – tromba – trombone – tuba – arpa, mentre per la Massimo Youth Orchestra è aperta per violino – viola – violoncello – contrabbasso – flauto – oboe – clarinetto – fagotto – sax –  corno – tromba – trombone – percussioni – arpa.

Possono partecipare alla selezione coloro i quali siano in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana, di uno dei Paesi dell’Unione Europea nonché cittadinanza extraeuropea. I cittadini extracomunitari dovranno essere in possesso del regolare permesso di soggiorno; b) età non inferiore a 7 anni e non superiore a 17 anni e un giorno per la Massimo Kids Orchestra; età non inferiore a 16 anni e non superiore a 23 anni e un giorno per la Massimo Youth Orchestra. Per coloro che hanno partecipato alle attività della Massimo Kids Orchestra per almeno due anni e aspirano all’ammissione nella Massimo Youth Orchestra, il requisito dell’età minima è di anni 14. c) non aver riportato condanne penali e di non avere in corso procedimenti penali. I requisiti indicati devono essere posseduti alla data di presentazione all’audizione.

Le domande di ammissione devono essere compilate utilizzando il modello riportato sul sito www.teatromassimo.it e spedite via mail entro e non oltre le ore 13.00 del 16 febbraio 2020 al seguente indirizzo: massimocommunitylab@teatromassimo.it

Inoltre, fino a domenica 1 marzo nella Sala ONU del Teatro Massimo di Palermo va in scena La serva padrona con la drammaturgia e regia di Roberto Catalano, costumi di Alberto Cavallotti, elementi di scena di Roberto Lo Sciuto, Vittorio Di Matteo sound maker.

Dirige l’Orchestra del Teatro Massimo Tommaso Ussardi. In scena nel doppio ruolo di Uberto e del severo direttore artistico vi saranno Lorenzo Grante e Giuseppe Esposito, Serpina e le cantanti Fanny Delacroix e Camilla Turbata saranno, alternandosi nelle repliche e nei ruoli, Federica Maggì, Martina Mazzola e Mariangela Di Stefano, nei panni di Vespone e del tecnico del suono che assiste il Maestro ci sarà l’attore Alessio Barone.
L’intermezzo buffo di Gennarantonio Federico musicato da Giovan Battista Pergolesi nel 1733 diviene il punto di partenza per raccontare la storia di un severo Maestro che nella Sala ONU del Teatro Massimo fa delle audizioni per l’opera che andrà in scena a breve. Un giovane soprano, benché impaurita, affronta con coraggio l’audizione e, nonostante il Maestro le abbia ingiunto di rinunciare al canto, gli propone invece, con l’aiuto dell’orchestra, di mettere in scena La serva padrona di Pergolesi per mostrare le proprie capacità. Al direttore artistico chiede di interpretare il bisbetico Uberto, lei sarà Serpina, la vivace protagonista che finisce per sposare il padrone. Sfruttando le opportunità che le offre il ruolo, il soprano riesce a ribaltare la situazione.

Lo spettacolo andrà in scena per le scuole.

 

Articoli correlati

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Leggi articolo precedente:
Teatro Comunale di Bologna, Foyer Respighi, dal 13 febbraio all’1° dicembre sette incontri con il pubblico per approfondire i titoli della Stagione d’Opera 2020.

Teatro Comunale di Bologna: torna la rassegna "Parliamo d'Opera". Protagonisti personaggi di spicco del mondo dello spettacolo, della cultura e delle...

Chiudi