Notizie e comunicati

Giovedì 10 ottobre, ore 19.30, (repliche venerdì 11 e sabato 12), il Coro del Teatro di San Carlo inaugurerà la Stagione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

ottobre 6, 2019

IL CORO DEL TEATRO DI SAN CARLO CON ORCHESTRA E CORO DELL’ACCADEMIA ED ALLA BANDA MUSICALE DELLA POLIZIA DI STATO APRE LA STAGIONE DELL’ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA.

Giovedì 10 ottobre ore 19.30 (repliche venerdì 11 e sabato 12), il Coro del Teatro di San Carlo, preparato da Gea Garatti Ansini, inaugurerà la Stagione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia insieme a Orchestra e Coro dell’Accademia e alla Banda musicale della Polizia di Stato.

In programma la Grande Messe des morts di Hector Berlioz, nell’anno in cui tutto il mondo ricorda il compositore francese a 150 anni dalla scomparsa.

L’ organico cosi “ingombrante” – stiamo parlando di circa 300 musicisti – rende quest’opera una rarità nei cartelloni sinfonici internazionali, e scatena un vero terremoto emotivo che alterna una potenza timbrica impressionante a momenti di poeticità inaspettata.

Composta nel 1838 con libretto in latino, La Grande Messe des morts, è un requiem monumentale che rende ogni sua esecuzione un’occasione unica, così come lo è l’inaugurazione di stagione di un’Istituzione musicale come quella dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

 

Coro del Teatro di San Carlo

La storia del Coro affonda le sue radici nell’Ottocento, periodo di intensa e raffinata attività. Le prime notizie relative ad un ensemble vocale stabile del Teatro risalgono agli anni Venti del secolo scorso, a quando il Maestro Giuseppe Papa, reduce dai successi alla Scala, a Madrid e al Colón di Buenos Aires, decide di stabilirsi a Napoli, organizzando in pochissimo tempo un complesso corale di ottime qualità. Bisognerà però attendere la stagione 1951-1952 perché il Coro diventi un elemento di riferimento abituale per la vita del Teatro, contribuendo regolarmente al prestigio delle stagioni d’opera e tenendo viva, così, una tradizione particolarmente sentita a Napoli. Pur senza fornire nomi e dettagli, infatti, già le cronache dell’Ottocento riferiscono di un’attività corale, in Teatro, raffinata ed intensa. Nel 1820, ad esempio, al pubblico napoletano viene presentato l’oratorio Die Schöpfung di Haydn, mentre nel 1893 è il turno de La damnation de Faust, titoli, l’uno e l’altro, ritornati di recente al centro degli interessi dell’ensemble. Due musicisti, in particolare, hanno scandito la storia del complesso sancarliano negli ultimi cinquant’anni: Michele Lauro e Giacomo Maggiore. Il primo Maestro del Coro per oltre vent’anni a partire dal 1951, l’altro alla testa del gruppo per un periodo di tempo quasi identico, fino al 1994. Prima ancora, però, frequenti – anche se non stabili – erano stati i rapporti del complesso con Roberto Benaglio, prestigioso didatta molto attivo alla Scala e alla Staatsoper di Vienna. Attuale Direttore del Coro è Gea Garatti Ansini.

 

Gea Garatti Ansini

Studia al Conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna, laureandosi poi al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma e diventa assistente dei Maestri Marcel Seminara, Andrea Giorgi e Roberto Gabbiani. Si perfeziona nel metodo corale Kodály presso l’Università di Esztergom in Ungheria. Ha firmato, come Maestro del Coro al Teatro dell’Opera di Roma, il musical di Kurt Weill Lady in the dark, La fille du régiment, Così fan tutte, Il barbiere di Siviglia, Madama Butterfly, le opere Rigoletto e Tosca, durante la tournée in Giappone nei teatri Biwako Hall di Otsu, Bunkamura Hall e NHK di Tokyo. Nel 2003, per il M° Daniele Gatti prepara il Coro del Comunale di Bologna per Un ballo in maschera e Ein deutsches Requiem di Brahms. Si esibisce su Rai2, Tg2, nell’ambito della rubrica dedicata alla lirica e realizza la parte corale nel film To Rome with Love di Woody Allen. Nel 2014 fonda l’International Opera Choir di Roma, con il quale inaugura il 58°, 59°, 60° e 61° Festival di Spoleto nella Trilogia di Mozart, diretta da Conlon eseguendo anche in prima assoluta Requiem e Minotauro di Silvia Colasanti. Nel 2017 è stata alla guida del Coro del Teatro Bellini di Catania.

Dal 1992 ha collaborato con direttori d’orchestra come Nello Santi, Daniel Oren, Zoltán Peskó, Peter Maag, Bruno Bartoletti, Gianluigi Gelmetti, Gary Bertini, Donato Renzetti, Jeffrey Tate, Bruno Campanella, Charles Dutoit, Pinchas Steinberg, James Conlon, Daniele Gatti, Riccardo Muti, Zubin Mehta. Da luglio 2018 ha assunto la Direzione del Coro del Teatro di San Carlo.

 

Articoli correlati

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Leggi articolo precedente:
Festival Verdi 2019: per Mezzogiorno in Musica, i Recital per voce e pianoforte nei fine settimana del Festival Verdi con l’introduzione all’ascolto di Alessandro Roccatagliati, Carlida Steffan e Francesco Izzo.

Saranno le sontuose sale del Palazzo Ducale del Giardino a ospitare, il sabato e la domenica nei fine settimana del...

Chiudi