Notizie e comunicati

Ezio Bosso conquista il pubblico dell’Arena di Verona con la direzione dei Carmina Burana in attesa di Daniel Oren il 17 agosto con Traviata.

agosto 12, 2019

STORICO SOLD-OUT ALL’ARENA DI VERONA PER EZIO BOSSO ALLA DIREZIONE DEI CARMINA BURANA; IL 17 AGOSTO DANIEL OREN DIRIGERA’ LA TRAVIATA DELLE STELLE.

 

 

Ezio Bosso in Carmina Burana all’Arena di Verona, 2019 ©Foto Ennevi/Fondazione Arena di Verona

Domenica 11 agosto ben 320 esecutori hanno fatto risuonare i monumentali Carmina Burana di Carl Orff nello spazio millenario ed unico dell’Arena di Verona, per l’occasione completamente sold-out. Tra gli applausi interminabili l’annuncio, fatto da Ezio Bosso al microfono, che sarà lui stesso a dirigere la IX Sinfonia di Beethoven il 23 agosto del 2020.

L’armonia tra tutti gli interpreti ha indubbiamente contribuito alla trionfale riuscita della serata e una lunghissima standing ovation ha premiato l’Orchestra e il Coro della Fondazione, il doppio coro di voci bianche A.LI.VE. e A.d’A.MUS. ed i tre solisti Ruth Iniesta, Raffaele Pe e Mario Cassi. Il debutto areniano del Maestro Ezio Bosso è stato quindi un immenso successo non solo per un’esecuzione dei Carmina Burana di grande impatto e originalità, ma anche per la straordinaria energia e partecipazione che si è creata tra il palco, nessuno escluso, e una platea prodiga di applausi e chiamate alla ribalta come non si vedeva da molti anni.

Davanti ad un pubblico di 14 mila persone, alla testa dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Arena in stato di grazia, al termine di ovazioni senza fine, Ezio Bosso, visibilmente commosso, ha svelato il suo atteso ritorno nel Festival areniano 2020 con la Nona di Beethoven per i 250 anni dalla nascita del compositore che da sempre egli chiama “padre” in programma il 23 agosto del prossimo anno.

Il Sovrintendente e Direttore Artistico Cecilia Gasdia dichiara «Sono fiera e felice del grande successo, del clima speciale che si è venuto a creare in un’Arena gremita di pubblico entusiasta, attento e caloroso, e ovviamente dell’annunciato ritorno del Maestro Bosso in occasione dell’unico evento sinfonico del Festival 2020, dedicato al titanico Ludwig van Beethoven. Serate indimenticabili come questa, con grandi interpreti e grandi produzioni, contribuiscono a rendere l’Arena quello spazio unico e magico che ha richiamato e richiamerà ascoltatori da tutto il mondo.»

Reduce dal trionfo del programma musicale da lui ideato Che Storia è la Musica a giugno su Rai3, dagli incarichi del Teatro Comunale di Bologna e del Teatro Verdi di Trieste, nonché dai successi che lo hanno visto alla testa delle migliori compagini sinfoniche italiane, in primis l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, quindi la sua Europe Philharmonic Orchestra, ma anche la All Star Orchestra abbadiana diretta per l’evento “Grazie Claudio” per i 5 anni dalla scomparsa del grande direttore grazie all’Associazione Mozart14 di Alessandra Abbado, di cui è testimonial, Ezio Bosso è oggi sicuramente un nome consolidato ma al contempo fresco e polarizzante, capace di stimolare un ascolto nuovo e mai di routine.

Il 23 agosto 2020 sarà la sua prima esecuzione in assoluto del capolavoro beethoveniano, che non mancherà di attirare l’attenzione di critica e pubblico da tutto il mondo.

 

SERATA UNICA IL 17 AGOSTO  con LISETTE OROPESA, VITTORIO GRIGOLO e LEO NUCCI nell’ultima recita di Traviata firmata Franco Zeffirelli con la direzione di Daniel Oren.

 

Traviata

Arena di Verona

17 agosto 2019 – ore 20.45

Arena di Verona 2019, Lisette Oropesa e Vittorio Grigolo in La Traviata ©Foto Ennevi/Fondazione Arena di Verona

                                                                               

 

Recita straordinaria per La Traviata di Giuseppe Verdi in scena all’Arena di Verona sabato 17 agosto alle 20.45. Alla celebrata Lisette Oropesa, star del belcanto, si uniscono eccezionalmente altre due stelle dell’Opera come Vittorio Grigolo e Leo Nucci, per un Festival 2019 sempre ricco di sorprese e grandi protagonisti di livello mondiale.

Anche la recita di La Traviata di sabato 17 agosto presenta al pubblico areniano un cast stellare: la protagonista è Lisette Oropesa, eccellente soprano americano che torna in Arena dopo il trionfo nella Verdi Opera Night del 2018 e dopo gli ultimi successi a Parigi, Barcellona, Roma, Bruxelles, Pittsburgh, la Scala; accanto a lei ritorna straordinariamente come Alfredo Germont il tenore Vittorio Grigolo, star che non teme il confronto con il pop-rock e la televisione e che a Verona torna nel repertorio lirico d’elezione in cui è già stato osannato. A completare i ruoli principali c’è lo storico Germont padre del glorioso baritono Leo Nucci, che dopo il trionfo della prima calca il palcoscenico areniano dove è amato e atteso. Per questi fuoriclasse, alla guida dell’Orchestra e del Coro istruito da Vito Lombardi, c’è il maestro Daniel Oren, Direttore Musicale del Festival areniano 2019.

La locandina mette insieme anche parti di fianco di assoluto rilievo nel panorama lirico internazionale: Marcello Nardis come Gastone di Letorières, Clarissa Leonardi come Flora, Nicolò Ceriani come Barone Douphol, Daniela Mazzucato come Annina, Alessandro Spina come Dottor Grenvil, Max René Cosotti come Giuseppe, Dario Giorgelé come Marchese d’Obigny, Stefano Rinaldi Miliani come Domestico e Commissionario. Il Ballo dell’Arena di Verona coordinato da Gaetano Petrosino si esibisce nelle coreografie dell’étoile Giuseppe Picone, con il debutto della prima ballerina Eleana Andreoudi.  

Lo spettacolo è l’ultima creazione registica e scenografica del maestro Franco Zeffirelli da poco scomparso, mentre i costumi sono del prestigioso Maurizio Millenotti e le luci dell’areniano Paolo Mazzon. Michele Magnani, Global Senior Artist di MAC Cosmetics, ha disegnato il make-up dei personaggi principali.

Repliche: 22, 30 agosto, 5 settembre – ore 20.45

Il prossimo fine settimana areniano è inaugurato venerdì 16 dalla seconda recita di Tosca. In questo titolo, per un’unica eccezionale data, il 29 agosto Vittorio Grigolo salirà sull’immenso palcoscenico nei panni di Cavaradossi: sarà la recita in Arena numero 500 per Daniel Oren, che aveva diretto un giovanissimo Grigolo nel 1990 all’Opera di Roma con Pavarotti e Kabaiwanska.

Prezzi: da 22,50 euro

Informazioni e biglietti: www.arena.it e sui canali social Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

Articoli correlati

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Leggi articolo precedente:
LA MAGIA DEL CONCERTO ALL’ALBA DI RAVELLO CON L’ORCHESTRA FILARMONICA SALERNITANA “GIUSEPPE VERDI”.

Dalla notte al giorno, dal buio alla luce, come ogni anno il rito del Concerto all’alba di Ravello incanta e...

Chiudi