Notizie e comunicati

Da sabato 16 novembre “Oh che armonico fracasso!” al Teatro Massimo di Palermo.

novembre 17, 2019

Lo spettacolo “Oh che armonico fracasso!” è tratto da “Il maestro di cappella” di Cimarosa, un direttore e il suo assistente tra la musica del Settecento e il samba brasiliano.

Torna in scena nella Sala ONU del Teatro Massimo di Palermo “Oh, che armonico fracasso!”, spettacolo liberamente tratto da Il maestro di cappella di Domenico Cimarosa con musiche originali e adattamenti musicali di Alberto Maniaci su soggetto, drammaturgia, testi e regia di Alberto Cavallotti.

Direttore e Maestro al cembalo alla guida dell’Orchestra del Teatro Massimo sarà Tommaso Ussardi, impegnato anche in scena nei panni di Vinicius Cariochiño (Assistente del Maestro di Cappella), mentre il maestro di cappella, Attanasio Maldestro, sarà interpretato in alternanza dai baritoni Alfonso Michele Ciulla e Tommaso Ussardi.

“Oh, che armonico fracasso!” riscrive un grande classico: Il maestro di cappella di Domenico Cimarosa, intermezzo comico composto probabilmente tra il 1786 e il 1793.

Si tratta di un intermezzo unico nel suo genere in quanto ha un solo cantante, il maestro di cappella per l’appunto, e una trama molto semplice: un maestro sta facendo provare un’orchestra e, come accade durante lo studio, ripete alcuni passi dando indicazioni interpretative a tutte le sezioni degli strumenti presenti.

Nella versione con musiche di Alberto Maniaci e testi e regia di Alberto Cavallotti, al maestro, che entra in scena prima dell’inizio della prova e inizia a canticchiare con calda voce di basso buffo, è affiancato l’assistente Vinicius Carioquinho, pianista appassionato di musica brasiliana, divorato dall’amore per il samba. Quando suona, le sue mani sulla tastiera accennano alcune arie del repertorio classico ma poi come per magia corrono verso le melodie del carnevale di Rio, scatenando l’ira del Maestro Attanasio. La prova deve però iniziare ed entra l’orchestra: ci sono i violini, le viole, i violoncelli, i contrabbassi, i corni, i fagotti, gli oboi, il flauto, i timpani, tutti trascinati dall’energia di Vinicius. Così, con leggerezza, gusto e una serie di divertenti gag si esegue Il maestro di cappella di Domenico Cimarosa.

Oltre alle recite riservate alle scuole, saranno aperte al pubblico le recite di sabato 16 novembre alle ore 11.00 e alle ore 16.00, sabato 23 novembre alle ore 11.00 e alle ore 16.00, lunedì 25 novembre alle ore 9.30 e alle ore 11.00 e martedì 26 novembre alle ore 9.30 e alle ore 11.30.
Biglietti: Intero 10 euro, ridotto 4 euro.

La biglietteria è aperta dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo a partire da un’ora prima e fino a mezz’ora dopo l’inizio.

Articoli correlati

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Leggi articolo precedente:
Pat Metheny, ospite d’eccezione del prossimo concerto della Stagione Sinfonica del Teatro Carlo Felice, martedì 19 novembre alle ore 21.

Pat Metheny, leggenda vivente della chitarra, si esibisce insieme all’Orchestra del Teatro Carlo Felice in un concerto, unico nel suo...

Chiudi